Blog

  • Blog / Curiosità
  • Lignano in bicicletta

Lignano in bicicletta

Dopo la spiaggia, uno dei posti più piacevoli in cui passare la vostra giornata a Lignano Sabbiadoro è la sella di una bicicletta. Lignano infatti si sviluppa lungo 9 chilometri, nei quali è possibile pedalare tra il verde, suggestivi panorami, ma anche semplicemente in delle tranquille aree residenziali, che vi faranno dimenticare il traffico e lo stress della vita di città.
Inoltre essendo totalmente pianeggiante e munita di numerose piste ciclabili è l’ideale per ciclisti di tutte le età, anche i più piccoli.
Noi che siamo lignanesi doc abbiamo pensato di scrivere questo articolo per aiutarvi ad organizzare il vostro piccolo itinerario in bicicletta, dandovi dei piccoli ma preziosi consigli.
Ecco i punti d’interesse che non potete perdervi:

Terrazza a Mare

Ovviamente potete iniziare il vostro giro in bici da qualsiasi punto: noi abbiamo scelto di partire da Terrazza a Mare in quanto simbolo e centro dell’estate lignanese.
Parcheggiata la bici, percorrete a piedi tutta la passerella, superate l’omonimo ristorante ed arrivate fino alla fine per apprezzare al meglio il panorama: da qui non si ammira solo il mare, con una vista che permette di vedere Grado, Trieste ed a volte anche la Croazia, ma tutta la spiaggia di Lignano fino alla foce del fiume Tagliamento.
Spesso all’interno della Terrazza a Mare ci sono delle mostre di vario genere, quasi sempre gratuite.

terrazza a mare lignano

Villa Zuzzi

Proseguendo verso il faro, troverete sulla sinistra l’ex municipio di Lignano, ovvero Villa Zuzzi, una villa in stile Liberty costruita nel 1910 e tutt’ora perfettamente conservata.

villa zuzzi lignano sabbiadoro

Faro rosso

Alla fine del lungomare ciclabile troverete il Faro rosso, altro simbolo della località, dove godrete di una bellissima vista sulla laguna di Marano e sull’isola di Marinetta.
Nelle vicinanze del faro c’è anche un piccolo pezzo di spiaggia libera ed addirittura una spiaggia libera per cani, ideale per una passeggiata panoramica assieme al vostro amico a quattro zampe.
Se siete mattinieri vi consigliamo di venire qui per ammirare l’alba: vedere il sole che sorge dal mare è veramente emozionante.

faro rosso

Bunker tedesco della seconda guerra mondiale

Praticamente di fronte al Faro rosso troverete una delle poche testimonianze della seconda guerra mondiale rimaste a Lignano Sabbiadoro. Il bunker è stato costruito negli anni Quaranta, quando i tedeschi temevano lo sbarco americano sulle coste friulane: non è purtroppo visitabile, ma vi farà sicuramente fare un salto in un passato non poi tanto lontano, in cui la spiaggia di Lignano era lo scenario di eventi totalmente diversi da quelli del giorno d’oggi. Vicino al bunker ed al faro ci sono anche delle casette abbastanza malandate, che sono ciò che rimane del vecchio villaggio di pescatori che c’era a Lignano prima dell’avvento del turismo di massa.

bunker lignano sabbiadoro

Lungolaguna

Superato il ponte che passa sopra la darsena di Lignano, nei pressi del ristorante da Miro e di un piccolo porticciolo, inizia una camminata sopraelevata con vista sulla laguna, ideale per una corsa a piedi o in bicicletta. Dopo pochi passi, sulla destra, fermatevi al Belvedere Trabucco, da poco restaurato, che offre un panorama spettacolare sulla laguna, soprattutto al tramonto.
La camminata prosegue fino al cimitero di Lignano, ma noi vi suggeriamo di fermarvi un po’ prima, all’altezza della chiesetta di San Zaccaria. Qui sorgeva l’antico abitato di Pineda, di cui si hanno testimonianze storiche già dalla fine del 1500. Proprio qui, a ridosso della laguna, troverete Casa Gnatta, la più vecchia testimonianza insediativa ancora visibile a Lignano.

lungolaguna lignano

Pista Ciclabile

Da San Zaccaria proseguite verso il mare in direzione del Camping Sabbiadoro: superato il campeggio, poco prima dell’ufficio Spiaggia n°19 (Bar Sabbiadoro) inizia la pista ciclabile che collega Lignano Sabbiadoro a Lignano Pineta. Percorrere questa strada immersa nella pineta è sempre veramente molto rilassante, soprattutto se farete una piccola sosta ad ammirare il mare. Questo punto della spiaggia è infatti generalmente poco frequentato ed è piuttosto tranquillo anche nei mesi di alta stagione.

ciclabile lignano pineta

 

cilcabile lignano pienta spiaggia

Lignano Pineta

La pista ciclabile prosegue poi lungo tutto il lungomare di Lignano Pineta, dove vale sicuramente la pena di fare una sosta sia al Pontile (tra l’ufficio spiaggia n°4 e il n°5) che in centro.

lignano pineta pontile

Il centro di Lignano Pineta, il cosiddetto “treno”, si sviluppa lungo due strade parallele, che collegano il mare al punto di origine della spirale, che si trova in Piazza Rosa dei Venti, nel parcheggio di fronte alla chiesa. Lignano Pineta nasce infatti come un originale progetto urbanistico dell’architetto Marcello D’Olivo, che nel 1953 ha sviluppato un piano per la rete viaria avente la forma di una spirale. Se volete provate a cercare il punto esatto da cui origine la spirale, vi diamo un consiglio: è molto piccolo e potrebbe addirittura esserci parcheggiata sopra un’auto.

origine spirale Lignano Pineta

Lignano Riviera

Visitato il centro di Lignano Pineta, il nostro consiglio è di proseguire verso Lignano Riviera, la zona più tranquilla e verde di Lignano. Potete proseguire lungo la ciclabile del lungomare oppure percorrere uno dei numerosi percorsi ciclabili all’interno delle numerose fasce di verde che separano le “calle” di Lignano Riviera. Questi percorsi ciclabili sono a volte un po’ dissestati, ma perdersi al loro interno è sicuramente un’esperienza da non perdere, soprattutto se siete degli amanti della natura e del verde. Per non perdervi “troppo” qui sotto trovate una mappa di Lignano Riviera, dove tutte queste suggestive stradine sono segante in verde. Per scaricare la mappa dettagliata di Lignano in pdf, clicca qui.

Fasce verdi Lignano Riviera
Arrivati alla nei pressi del campeggio e dell’Hotel Marina Uno, avrete raggiunto il fiume Tagliamento, il confine che separa Lignano da Bibione, ma anche il Friuli dal Veneto.
Qui vale sicuramente la pena di fermarsi un attimo nei pressi dei ristorante “Al Cason”, il quale, oltre ad essere un’ottima location per una cena romantica è anche l’ideale per un aperitivo, guardando il sole che tramonta sul fiume. Questo punto del porto è molto caratteristico anche per l’ormai famoso relitto adagiato nel fiume e per i cigni che solitamente popolano l’area.

Lignano Riviera Fiume Tagliamento

Da questo punto è possibile prendere il traghetto che durante il giorno attraversa il fiume e porta i turisti con le loro biciclette fino all’altra sponda, a Bibione.
Se siete interessati a questo tipo di esperienza, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sul traghetto che collega Lignano a Bibione.
Il nostro giro in bici per Lignano prosegue invece lungo la vecchia strada che costeggia il fiume, che ora è chiusa alle auto ed è diventata un’ampia pista ciclabile. Vi troverete improvvisamente immersi nella natura e troverete diversi punti in cui varrà la pena di fermasi per scattare una foto o semplicemente per godere dello splendido panorama.

vista fiume ciclabile lignano riviera

Ritorno verso Sabbiadoro: Parco Hemingway e Santa Maria del Mare

La ciclabile prosegue lungo tutta Via Casabianca, fino ad immettersi su Via Alzaia, la strada che costeggia la Litoranea Veneta. Proseguite lungo questa strada che costeggia il canale, fino ad arrivare in Via San Giuliano, la strada che vi riporterà a Lignano Pineta, nei pressi dell’Aquasplash. A questo punto vi suggeriamo di tornare verso Sabbiadoro, passando davanti all’aereo da guerra alla fine di Viale dei fiori e soprattutto attraverso il Parco Hemingway, il posto ideale per fare un po’ di ginnastica o per passare qualche ora assieme ai propri figli che si divertono sui numerosi giochi presenti nel parco.

Lignano aereo

parco hemigway lignano

Percorrendo viale Centrale passerete attraverso la pineta e raggiungerete in pochi minuti la zona pedonale di Lignano Sabbiadoro terminando il vostro giro in bicicletta a Lignano Sabbiadoro. L’ultimo suggerimento che ci sentiamo di darvi è di fermarvi un attimo presso la chiesetta di Santa Maria del Mare, una delle costruzioni più antiche di Lignano Sabbiadoro, risalente al XV secolo. Questa piccola chiesa si trovava originariamente sulla riva sinistra del fiume Tagliamento, in prossimità del ponte che porta a Bibione. La chiesa sorgeva su un piccolo insediamento di epoca romana, dove erano probabilmente presenti un luogo di culto e forse una piccola fornace. La chiesa è stata spostata e ricostruita negli anni 1965-1966 nella posizione attuale, in quanto stava per essere spazzata via dalla rovinosa piena del fiume. Vale la pena di entrare per ammirare gli interessanti affreschi presenti all’interno.

santa maria del mare lignano

Questo itinerario circolare che parte ed arriva a Terrazza a Mare vi farà apprezzare a pieno l’intero territorio di Lignano, facendovi pedalare per ben 19 chilometri.
Per cui portatevi dell’acqua, cappello e occhiali da sole, ma soprattutto non dimenticate a casa il buonumore. Buona pedalata a tutti!

E se avete bisogno di noleggiare una bici a Lignano, date un’occhiata al nostro articolo sui noleggi di biciclette a Lignano.

Lascia un Commento